martedì 1 aprile 2014

Villa Paralupi: il cipresso calvo o di palude

Una delle particolarità del parco di Villa Paralupi (località Maso) sono le piante ai bordi del fossato che circonda l'edificio, esemplari di Taxodium Distichum, comunemente detto cipresso calvo o di palude.


La pianta è originaria degli Stati Uniti sudorientali (Louisiana, Virginia, Illinois, Mississippi, Indiana, Alabama, Florida e Texas orientale), vive in climi umidi e paludosi, raggiunge i 25 / 30 metri d’altezza, ha un tronco di 1,5 / 2 metri di diametro, le sue radici in parte affiorano dal terreno e può vivere fino a 1.000 anni.


Il Taxodium venne introdotto in Europa a metà del XVII secolo; in Italia nell’800 si diffuse la mania di arredare i giardini e i parchi delle ville con questa pianta, ma si trattava di pochi esemplari e non di foreste o boschi come nei suoi luoghi d’origine.


In Italia il Taxodium non è molto diffuso; si trova soprattutto al Nord (Lombardia, Veneto, Emilia e Toscana) sulle rive dei laghi, nei giardini, nei parchi delle ville, negli orti botanici. L’unico bosco di tali piante si trova nel comune di Paratico (BS), estremità meridionale del lago d’Iseo.


Ultima curiosità: alcuni esemplari di queste piante si trovano vicino a Busseto (PR) e furono trapiantati dal maestro Giuseppe Verdi.


Lucio Walter Pograri