mercoledì 2 febbraio 2011

Le piscine di Luzzara: ricordi di un bagnino

Facevo l'autista dello scuolabus, ma durante l'estate del 1975 ricoprii anche l'incarico di bagnino alle piscine di Luzzara; mancando un vero e proprio istruttore di nuoto, insegnavo a stare a galla ai piccoli. Alle sei di mattina, in giugno, luglio e agosto, ero già a bordo vasca per fare le pulizie. Ricordo che nella piscina grande, dove non si potevano fare i tuffi, era presente una guardia comunale - "Bunfa" - che vigilava sul rispetto delle regole. Ma appena girava l'occhio a ghera la Checa, Barnen e di atar che si buttavano nell'acqua, e io gli urlavo dietro. Il dosatore era sempre rotto e alura me a tuleva an caldaren e ag butava na svantaiada ad disinfetant.
L'ingresso costava poco e la gente veniva anche da Guastalla e Suzzara. (vai alle fotografie)

Testimonianza di Giorgio Canova raccolta da Lorenzo Davoli